Lago di Garda escursioni - gite Lago di Garda - 3 stelle hotels Lago di Garda - Hotel Sole Limone

Collegamenti Hotel

Lago & Limone

Limone Eventi

Lago di Garda Gite

Girolago
2 Laghi
4 Laghi
Monte Baldo
Tremosine & Tignale
Riviera Limoni
Riviera Ulivi
Riviera Trentina
Ledro & Chiese
Lagarina & Laghi

Lago di Garda Sport

Prodotti del Garda

OFFERTE

 
 Hotel Lago Garda

Lago Garda hotel
 lago garda hotel
 
 
 
 
 
 
 
 
 hotel lago garda
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

HOME > Hotel Sole > Lago di Garda Gite > Riviera dei Limoni

Aggiungi a preferiti

 Limonaie

 

 

La Limonaia rappresenta la struttura tipica dei giardini di limoni del Lago di Garda. La sua struttura è assolutamente unica nel suo genere e aveva lo scopo di consentire la coltivazione degli agrumi in una posizione geografica al confine delle Alpi. La Limonaia del Castel testimonia l’importanza nella “Riviera dei Limoni” (da Salò a Limone) della coltivazione dei limoni, che rappresentò fino alla fine del ‘800 la prima fonte di reddito per questa parte del lago di Garda. La coltivazione dei limoni era conosciuta già a partire dal ’300 ma divenne una fiorente industria solo a partire dal ‘700 quando la famiglia Bettoni di Bogliaco costruì vaste serre a Bogliaco e Limone e costituì nell’Europa nord-orientale la ditta “Francesco Bentotti” al fine di gestire l’esportazione dei limoni. Da questa iniziativa il Lago di garda divenne la zona di coltivazione degli agrumi più settentrionale al mondo: al 46° grado di latitudine nord. Dal 1855 cominciò il lento declino della coltivazione dei limoni: la “Gommosi” (la maggior malattia della pianta da limone), la concorrenza dei più economici limoni delle regioni meridionali e la scoperta dell’acido citrico sintetico furono le principali cause. La seconda parte di questa giornata dedicata ai 2 prodotti tipici di Limone ci porta all’oleificio della Cooperativa Possidenti Oliveti dove potremo visitare i locali di produzione dell’olio e acquistare l’olio extravergine “Garda Bresciano Dop” prodotto dall’oleificio di Limone.

 Tremosine e i suoi formaggi

 

 

Lungo la Gardesana Occidentale fino al bivio (ben segnalato) per Pieve (Tremosine). Saliamo la tortuosa strada panoramica a picco sul lago attraversando una gola preistorica scavata dalla forza dell’acqua. La strada sale curva dopo curva verso il blu del cielo attraverso un budello infernale tra rocce a strapiombo sul Lago di Garda. Lungo l’itinerario incontreremo due ristoranti tipici. In cima incontriamo il paese di Pieve, piccolo borgo con una vista eccezionale su tutto il Lago di Garda. Punti panoramici: sagrato della chiesa e la famosa terrazza del brivido. Proseguendo in direzione di Sermerio, la strada costeggia panoramicamente il Lago per poi risalire fino a un piccolo passo e approdare in un pianura dove troveremo il caseificio “Alpe del Garda”, con ristorante e negozio di formaggi tipici annesso. Proseguiamo in direzione di Vesio, altro paesino di Tremosine. Breve sosta e ritorno a Limone.

 Cima Rest Tombea

 

 

In auto (Gardesana Occidentale) fino a Gargnano, bivio direzione Magasa, costeggiamo il lago di Valvestino. Superato il lago artificiale di Valvestino attraversiamo un piccolo ponte proseguendo svoltando a destra in direzione del paesino di Magasa, caratteristico angolo di pace; qui si può parcheggiare e affrontare in bici l’ultima salita fino ai 1.200 metri di Cima Rest oppure proseguire in auto. Sei Km fra piccole cascate di acqua fresca e larici. Raggiungiamo un pianoro dove ci aspetta una sorpresa: un gruppo di costruzioni nordiche dal tetto di paglia. Sono gli antichi fienili dove uomini ed animali passavano l’estate ed a volte l’inverno. Abbandonate da tempo, rivivono ora grazie all’amore degli abitanti del posto, che con grande impegno hanno ricostruito l’ambiente rurale dei vecchi contadini. In uno di questi fienili dal tetto di paglia (7.500 fastelli legati insieme) si servono i prodotti locali tipici (Snack Bar Tavagnù 0365-74067). Tutto gustabile con una splendida vista verso il Garda. In un fienile c’è un interessante museo di antichi attrezzi e nelle vicinanze un osservatorio astronomico. Proseguendo a piedi (2 h circa), si raggiunge Malga Tombea ed il lago glaciale. A Cima Rest per una sosta enogastronomica ci si può fermare alla Trattoria Cima Rest (0365-74054) per gustare la polenta Taragna, i gnocchi dei malgari, ma soprattutto il formaggio Tombea una rarità invecchiata con 7 anni di stagionatura. Un insolito itinerario tra leggenda e natura. Partendo da Cima Rest si percorre un sentiero che sfiora le fortificazioni italiane della Grande Guerra, si cammina in mezzo alla natura selvaggia, fino al Monte Tombea che racchiude in una valletta un lago circondato da strane cupolette di terra che nascono spontaneamente in modo costante. Bellissima la vista verso il lago d’Idro ed il Garda. Al ritorno una sosta a Cima Rest per visitare il Museo della Malga, con attrezzi per la produzione del formaggio.

 Montecastello

 

 

In auto (Gardesana Occidentale) fino al bivio per Tignale. Deviare dalla Gardesana Occidentale ed imboccare la bella strada panoramica che porta in alto; Presso Gardola proseguire verso il Santuario di Montecastello, ben segnalato. E’ possibile raggiungerlo anche in auto percorrendo una ripidissima e scomoda Via Crucis, parcheggio libero. La nostra meta, il Santuario di Montecastello, è un luogo di preghiera e di pace, che da secoli richiama pellegrini e fedeli in cerca di consolazione ma anche un affascinante postazione panoramica a strapiombo sulle rocce del Lago di Garda. Costruito nel XIII sec sui resti di una Rocca Scaligera, conserva pregevoli dipinti secenteschi di Andrea Celesti ed un affresco di scuola giottesca. Entrando nella corte del Monastero incontriamo il silenzio di questo luogo e invitati dalle due grandi scalinate che portano alla chiesa superiore saremo attratti dalla sacralità della sua penombra. Entrati in chiesa viene naturale una preghiera. Se desideriamo prolungare la giornata possiamo proseguire fino a Prabione dove possiamo visitare il Museo del Parco Altogarda per conoscere le tradizioni e l’ambiente unico di questo territorio montano.

 Il Vittoriale - Gardone

 

 

Dedichiamo una giornata a questo itinerario pieno di storia e di ricordi, legato alla forte personalità del suo creatore: Gabriele d’Annunzio, poeta ed eroe. Mausoleo celebrativo, il Vittoriale degli Italiani, è il luogo dove la poesia e lo spirito passionale di D’Annunzio si concretizzano per parlarci di Gloria, di Onore, di Patria ma anche di amore e morte. Il Vittoriale è l’incarnazione stessa del pensiero del poeta e la rappresentazione della sua vita come Opera d’Arte con continui richiami alle sue gesta e alle sue parole. L’impatto emotivo della visita sarà sicuramente forte e ci metterà in contatto col pensiero ardito e visionario del D’annunzio: "MEMENTO AUDERE SEMPER" ricorda di osare sempre, "ARDISCO, NON ORDISCO", dice lo spirito puro del Guerriero.

 Giardino botanico Hruska - Gardone

 

 

Realizzato dal dentista di Innsbruck Arthur Hruska nel 1906, su un pendio di Gardone. E' un paradiso verde di 10.000 mq con un notevole patrimonio arboreo di circa 2.000 specie. Fra i viali sono collocate numerose opere d'arte. Nel 1989 fu acquistato dall'artista viennese André Heller che invita tutt'ora numerosi amici e poeti. E' diviso in 4 settori: l'inglese con piante tropicali e grasse, il giapponese con piccoli stagni e vegetazione tipica, l'indiano con foresta di bambù, e il dolomitico con una parete di 13 metri a balze e crepacci dai quali sgorga l'acqua di tre cascate.
Periodo di apertura: da metà marzo a metà ottobre, tutti i giorni dalle 9.00 alle 12.00.

 Salò e la Valtenesi

 

 

Elegante cittadina di origine romana sorta nel cuore di un piccolo golfo del lago. In Piazza della Vittoria sorge il "Palazzo della Magnifica Patria" del 1524 del Sansovino. Fu sede del Consiglio della Comunità di Salò, un'istituzione che governava 42 comuni della riviera e oggi Municipio e Museo Archeologico. Qui è nato il liutaio Gasparo da Salò (1540-1609) considerato l'inventore del violino. Da vedere: Chiesa di S. Maria dell'Annunziata con dipinti di Paolo Veneziano e del Romanino, il Palazzo del Podestà, il Palazzo della Magnifica Patria.
Bello il lungolago e il corso con i molteplici ed eleganti negozi.
Proseguiamo costeggiando il lago. Possiamo fermarci a S. Felice del Benaco e visitare il frantoio della “Cooperativa Agricola San Felice del Benaco” con degustazione guidata di olio extravergine di oliva “Garda Bresciano Dop”. Oltre troviamo la città di Manerba. Da qui possiamo raggiungere il promontorio di Montinelle con la Rocca di Manerba, un edificio longobardo distrutto dai veneziani nel 1786. Punto di grande visione panoramica di tutta la parte sud del Lago di Garda. Davanti a Punta Belvedere si scorgono l'isoletta di San Biagio e gli Scogli dei Conigli. L’escursione prosegue con il paese di Moniga e il suo vino tipico: Il Chiaretto. Il Chiaretto con il suo colore rosa chiaro, il particolare profumo di fiori e frutta e il sapore armonico e asciutto si distingue da tutti gli altri vini rosè grazie alla sua eccezionale struttura e a una piacevole acidità di fondo che sviluppa una notevole freschezza del retrogusto. Moniga dedica a questo eccezionale vino due manifestazioni ogni anno: nel mese di Aprile il Palio del Chiaretto e nel mese di Luglio la Rassegna del Chiaretto.
Se il tempo e la voglia lo permettono possiamo noleggiare presso il Nauticlub Moniga un’imbarcazione a motore e salpare per un dolce pomeriggio di relax.

 La Valle delle Cartiere - Toscolano

 

 

In auto lungo la Gardesana Occidentale fino al centro di Maderno; si parcheggia ed in bicicletta o a piedi si imbocca la Valle delle Cartiere. Vi si accede dal centro del paese, attraversando l’antico ponte sul fiume, e si percorre la vecchia strada che serviva agli autocarri carichi di materie prime per raggiungere i magazzini. La Valle delle Cartiere fu, dopo quella di Fabriano, la seconda manifattura di carta in Italia. Attive già nel Trecento, le cartiere di Toscolano conobbero nei secoli un rapido sviluppo, dovuto alla loro capacità di rispondere alle esigenze delle stamperie di Venezia e della stessa Riviera gardesana. La grande quantità di acqua pura trasportata dal fiume e dotata di forza motrice ha fatto sorgere una serie di opifici che dalla metà del 1800 hanno prodotto carte di alta qualità, filigranate ed adatte alla stampa di denaro. Anche dopo la caduta della Repubblica Veneta si affidò la produzione alle mani di esperti lavoranti; l'introduzione della macchina in alcune cartiere del nord Italia ebbe come conseguenza il progressivo declino delle fabbriche di Garde, Vago e Maina Inferiore. La valle oggi è uno dei casi più rappresentativi del patrimonio storico-industriale italiano.
Il piccolo edificio che ospitava la portineria dello stabilimento di Maina Inferiore, l'ultimo a cessare all'inizio degli anni Sessanta la sua attività nella Valle, ospita il "Museo della Carta". Il percorso museale si divide in quattro zone: "La memoria"(pubblicazioni attinenti il luogo e la produzione che vi si svolgeva); "Il ricordo" (le numerose fotografie); "La fabbricazione" (accurata ricostruzione degli ambienti, delle macchine e dei gesti dei lavoranti in una cartiera settecentesca); "La filigrana" (sigle e marchi di cartiere gardesane)

 L'Isola di Garda

 

 

L'isola più grande del lago lunga circa un chilometro e larga sessanta metri, non è normalmente accessibile al pubblico perché di proprietà privata. In epoca romana vi sorgeva un tempio dedicato a Giove. Attorno al 1220 San Francesco d'Assisi vi fondò un monastero, andato distrutto durante le guerre napoleoniche. Oggi l'isola ospita un palazzo neogotico in stile veneziano - orientale, immerso in un lussureggiante giardino all'italiana. L'Isola del Garda e' un luogo di rara bellezza. Uno scrigno prezioso , colmo di storia , ricordi e leggende . Un tesoro cinto dalle trasparenti braccia del lago. Uno scoglio pittoresco che accolse popoli antichi, dai Romani ai Longobardi.
L' Isola apre i suoi tesori a visite guidate. Un percorso di 90 minuti circa , fra una vegetazione intatta, i segni della storia ed i racconti di misteri e leggende secolari .
Al termine verra' offerto un piccolo rinfresco, con degustazione di prodotti della Valtenesi (Olio e Vino).
Imbarco: alle 9.30 dal porto di Barbarano di Salo’ (Boat Service Danieli Tel.e Fax 0365.42770).
Ritorno: alle 12.00 ca.
Periodo d’ apertura per singoli partecipanti: da Maggio a Settembre e solo il Martedi’ e il Giovedi’ mattina
Prenotazione: e’ indispensabile prenotare telefonando (0365.62294) oppure inviando un fax (0365.559418 ).

 Sirmione

 

 

Per un giorno lasciamo l’auto e raggiungiamo Sirmione con il servizio rapido degli Aliscafi. Tempo di percorrenza da Limone: ca. 3 ore
Splendida cittadina dedita al turismo e alle terme. Sirmione si trova all'estremità di una stretta penisola che si addentra nel lago per 3 km. Bello il Castello Scaligero del 1250 con il museo aperto dalle 9 alle 13 escluso il lunedì. Il centro storico sfoggia le migliori boutique, negozi, pizzerie, gelaterie e ristoranti. Possiamo passeggiare per le viuzze del centro storico e le piazze che si aprono improvvise fino a raggiungere le Grotte di Catullo. Le Grotte di Catullo si trovano sulla punta estrema della penisola di Sirmione. Costituiscono le rovine di una villa romana che la tradizione vuole essere stata la dimora del poeta latino Catullo. Nel vicino museo si possono ammirare i reperti ritrovati durante gli scavi.
Orario di apertura: dalle 09.00 alle 16.00, in estate fino alle 18, escluso il lunedì.

 
 
 lago garda hotel
 
 

Hotel sul Lago Garda

Hotel Lago di Garda - Hotel Sole *** - Limone

Hotel Lago di Garda - Hotel Sole Limone

 

Prezzi e offerte: vacanze sul Lago di Garda.
Se desidera prenotare le sue ferie sul Lago di Garda, clicchi su Booking & Info. Attraverso il modulo può inviarci una semplice richiesta oppure una prenotazione definitiva


 

Hotel Garnì Sole *** - Limone sul Garda - Lago di Garda

Telefono: 0365 954055      Fax: 0365 954703

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

© 2004-2007 - Hotel Sole - Limone s/G.

       

best resolution 1024x768

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Hotel Sole - Limone - Lago Garda
Hotel Sole - Limone - Lago Garda
Camera/vista lago/Terrazza
Camera/vista lago/Balcone
Camera/vista lago/Balcone
Vista a lago delle camere
Tutte le camere con doccia
Colazione a buffet in terrazza
La terrazza prendisole al 3° piano
Bar-Gelateria dell'Hotel
La spiaggia, a 100 mt. dall'Hotel Sole
Fuochi d'artificio di fronte all'Hotel